Zioprudenzio was an Italian pubisher, it was run by Fabrizio Prudenziati (1946 – 2014). He lived in Genua. In 1976 he founded the company “Grifo”, and produced lead toy soldiers. Fabrizio founded and presided the Accademia Genovese di Modellismo e Collezionismo in 1977. The next year he left Grifo and founded the firm “Ares” and produced the lead toy soldiers up to 1984. Later on he started to publish many different kind of paper models, including Micromodelli. These beautifully detailed “Micromodelli” are Italian railways related, and in the 1 : 160 scale, slightly larger than the railway models of Micromodels. They were all designed by Fabrizio. (from worldofmicromodels.nl)

Mi chiamo Fabrizio Prudenziati e sono nato l'8 ottobre 1946 a Treviso da famiglia veneta di buone tradizioni . Il trasferimento di mio padre, funzionario dello Stato, nel 1949 a Genova ha fatto di me un genovese di adozione. Compiuti gli studi ho passato alcuni ed intensi anni in Marina Militare in qualità di giovane ufficiale di belle speranze e sono poi approdato al Ministero delle Finanze, Dipartimento delle Dogane e delle II.II. (ora Agenzia delle Dogane), dove, dopo aver rivestito per 12 anni il ruolo di Capo dell'Ufficio Servizi Informatici della Circoscrizione Doganale di Genova, sono adesso arrivato alla giusta e meritata pensione.
Vivo tutt'ora a Genova e penso che ( a tempo debito, beninteso) a Genova, morirò.
Presto vedovo, risposato e divorziato (a volte penso che dovrei scrivere un libro di memorie) ho una figlia stupenda, una fidanzata meravigliosa, pochi ma buoni amici e, in complesso, tutto quello che una persona ragionevole può desiderare.
Modellista di razza, fino dalla più tenera infanzia ho toccato tutti i campi del modellismo dinamico e statico con sempre uguale passione . Nel 1976 ho fondato a Genova la ditta "GRIFO" e ne ho creato i primi soldatini di piombo.
Nel 1977 ho fondato e presieduto l'ACCADEMIA GENOVESE DI MODELLISMO E COLLEZIONISMO. Una straordinaria associazione che vantava fra i suoi membri nomi come Rocchiero, Frizzi, Ruggeri , Luppi, Jula ed altri.
Nel 1978 , abbandonata al suo destino la Grifo, ho fondato con Jula la ditta "ARES" e ne ho creato i figurini fino al 1984, anno in cui la perdita di mia moglie mi ha fatto mancare il necessario entusiasmo per continuare questa attività.
Ora mi dedico, quasi esclusivamente, di modelli di carta (soldatini in particolare) rispolverando l'antica passione per questo modellismo povero, ma entusiasmante, che ha caratterizzato gli anni della mia infanzia.
Se concludessi dicendo di essere grasso e pelato mentirei, perchè non sono calvo.

My name is Fabrizio Prudenziati and I was born at October 8 th 1946 in Treviso from a Venetian family of good traditions. My father's transfer, official of the State, in 1949 in Genoa has made me a Genoese of adoption. Completed the studies I have spent some and intense years in Marina Militare as young hopeful officer , then I have landed to the Office of the Department of the Customs (now Agency of the Customs), where, after having holded for 12 years the role of chief of the Office Computer Services of the Customs Area in Genoa, I am now retired.
I still live in Genoa and I think that (to proper time) in Genoa, I will die.
Soon widower, re-married and divorcé (at times I think that I should write a book of memories) I have a beautiful daughter, a marvelous fiancée, few but good friends and, generally, what a reasonable person can desire.
Model maker of race, since from the infancy I have reached all the fields of the dynamic and static modelling with always equal passion. In 1976 I have founded in Genoa the firm "GRIFO" and I have created the first lead toy-soldiers .
In 1977 I have founded and presided the ACCADEMIA GENOVESE DI MODELLISMO E COLLEZIONISMO, an extraordinary Association that boasted among her members names as Rocchiero, Frizzi, Ruggeri, Luppi, Jula and others.
In 1978, abandoned to her destiny the GRIFO, I founded with Jula the firm "ARES" and I created the toy-soldiers up to 1984, year when the loss of my wife has deprived me of the necessary enthusiasm to continue this activity.
I now devote me, almost exclusively, to the paper-models (toy-soldiers particularly) dusting off the ancient passion for this poor but exciting modelling, , that has characterized the years of my infancy.
If I finish saying to be fat and bald I would lie, because I am not bald.

 
 
 
comments powered by Disqus